/  Blog   /  Tecniche per la ricrescita dei capelli: cosa è il PRP

Tecniche per la ricrescita dei capelli: cosa è il PRP

Novità assoluta, di marca italiana, per la cura e la rigenerazione del capello maschile. Si tratta di una nuova tecnica che permette, grazie a studi italiani, la ricrescita del capello in seguito all’infiltrazione cellulare di derivati del sangue. Si chiama PRP e costituisce l’ultima frontiera in tema di tricologia.

L’alopecia androgenetica, la tipologia più comune di calvizie che fa cadere i capelli sia a donne che uomini, giovani o più avanti con gli anni, ora si può combattere. Il meccanismo prevede un prelievo di sangue al paziente che viene trattato con l’uso dell’emoconcentratore e da cui si scinde il plasma ricco di piastrine, globuli bianchi e fibrina. Che viene quindi iniettato nella zona della testa dove c’è stata la caduta di capelli. La terapia può essere usata più volte, non ha effetti collaterali se non in alcuni casi sensazione di gonfiore o bruciore tra le 48 e le 72 ore successive e si risolve spontaneamente. La tecnica fa parte della medicina rigenerativa che già da anni viene usata per contrastare alcune malattie come per esempio l’artrosi al ginocchio.
Il PRP parte da un prelievo di sangue del paziente, che è la vera miniera dei principi attivi naturali di Rigenerazione Cellulare. Una separazione otticamente assistita di detti principi li concentra in maniera molto efficace e il concentrato cellulare che ne deriva ha una qualità molto elevata. L’infiltrazione nel cuoio capelluto del paziente per mezzo di un ago calibrato, completa il processo di stimolazione.

Per maggiori info scrivi subito per Whatsapp: risolviamo definitivamente i tuoi problemi e ti guidiamo nel processo di recupero!

 Whatsapp